In questo format, che è stato inventato molto prima del meno famoso 4 Ristoranti di Alessandro Borghese, la nostra blogger Mariah Eeseede Freesha porta al cinema 4 poveri disgraziati, dall’aperitivo al dopo spettacolo come se si trattasse di una cena.
Per l’appunto 4 SPETTATORI.

E’ un’edizione speciale realizzata in collaborazione con Cantiere7 Cinespazio, cinema gestito dall’associazione di promozione sociale “L’ulcera del Signor Wilson”.
A tutti i partecipanti vengono donate delle litografie ideate da artisti emergenti per l’occasione.

Ecco le povere vittime di oggi:

Marco
24 anni

Vive la vita un quarto di ansia alla volta. Rimasto traumatizzato a vita dopo aver visto per la prima volta da bambino la strega cattiva in BiancaneveA parte questo, è un ragazzo abbastanza equilibrato.

Giorgia
21 anni

Sdatta di professione, moralista per passione. Sempre pronta a dare la sua opinione e a difenderla a spada tratta, ma solo dopo aver messo la canottiera (rigorosamente infilata nelle mutande).

Niccolò
24 anni

Esperto nazionale di battute brutte, campione mondiale di tondino o cerchietto e jolly dell’Arezzo Crowd Festival.
Ogni tanto prova a fare l’attore.

Noemi
21 anni

Anima selvaggia come un panda, carattere duro come un koala, curiosa come la Noemi.

Il film che i nostri 4 SPETTATORI hanno visto per l’articolo di oggi è La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati.

La casa dalle finestre che ridono
1976 – Italia
Genere: Giallo

 

Biblioteca Comunale di Castiglion Fiorentino
27 Gennaio 2020
21:00

Regia di Pupi Avati.
Un film con Gianni Cavina, Lino Capolicchio, Giulio Pizzirani, Francesca Marciano, Bob Tonelli.

 

Un pittore pazzo muore suicida in un paese del ferrarese, dopo avere dipinto un affresco terribile, rappresentante il martirio di San Sebastiano tra due figure ghignanti. Gli interessati allo sviluppo turistico della località, considerando l’opera di Buono Legnani un’attrazione, decidono di restaurare l’affresco e fanno venire il concittadino Stefano, pittore mancato. Il giovane viene perseguitato da fatti strani e inquietanti, mentre l’amico Mazza, prima di scomparire con un finto suicidio, gli rivela una storia fantastica della quale non riesce a dargli i particolari. Prima di scoprire la verità e rischiare la propria vita, il restauratore assiste alla morte del sagrestano Livio, del tassinaro beone Coppola, dell’amante Francesca, una maestrina. Qualcuno sta immolando delle vittime alla memoria del pittore scomparso.

APERITIVO
Un aperitivo di aspettative sul film. Scopriamo cosa i nostri 4 Spettatori sanno dello film, cosa si aspettano e cosa ordineranno da bere!

EESEEDE: Benvenuti, Spettatori. Iniziamo con la prima domanda: cosa vi ha portato a vedere questo film?

Marco

Il fatto di supportare questa attività dei ragazzi dell’Ulcera del Signor Wilson che cercano di riattivare un cinema aperto qui a Castiglion Fiorentino.

Giorgia

Conosco bene i ragazzi dell’Ulcera, sostengo i loro progetti e spero presto di poter dare una mano alla loro attività.

Niccolò

La curiosità. Non amo particolarmente i film Horror, ma il mio amico Andrea Fiori mi ha detto che è un bel film.

Noemi

Mi ha portato qui la mitica Eseedee Frisha.

 
  EESEEDE: Cosa vi aspettate da questo spettacolo?

Marco

Mi aspetto di farmela addosso.

Giorgia

Sinceramente non ho delle aspettative definite, non sono un’appassionata di horror.
Non ho mai visto un horror così datato e sopratutto italiano.
Spero che mi stupisca.

 

Niccolò

Mi aspetto di non scappare via dalla sala e di rimanere tutto il tempo senza farmela addosso.

Noemi

Mi aspetto di avere un attacco di panico dall’inizio alla fine perchè odio gli horror, non dormirò per una settimana.

EESEEDE: Riflettendo sulle vostre aspettative, per questo film, che drink ordinerete? 
 

Marco

Non ordino niente, così non me la faccio addosso.

Giorgia

Un paio di americani, sperando di arrivare là dentro bella ubriaca, così trasformerò la paura in risata.

Niccolò

Vino rosso fermo, bello corposo a stomaco vuoto, così spero di avere meno paura e di stare “fermo” come il vino che ordinerò.

Noemi

Io ordinerò una Camomilla molto molto forte.

PRIMA PORTATA
Dopo aver visto il film, i nostri 4 Spettatori ce lo descrivono a caldo.

  EESEEDE: Spettatori, lo spettacolo è stato servito. Descrivetelo con 5 parole.

Marco
Contrasto
Ossessione
Passione
Nostalgia
Cipolla

Giorgia
Sangue
Chiesa
Arte
Ansia
Motocicletta

Niccolò
Suspence
Religione
Campagna
Curiosità
Rivelazione

Noemi
Impressionante
Ricerca
Aspirzione
Inquietudine
Famiglia

SECONDA PORTATA
In questo piatto forte, i nostri 4 Spettatori valutano se tutto è stato secondo le proprie aspettative e quale gusto li ha toccati più da vicino.

EESEEDE: Spettatori, questo film ha soddisfatto le vostre aspettative?

Marco 

Mi ha sorpreso in positivo, perché riesce a creare ansia nonostante i mezzi limitati di un film horror dell’epoca.

Giorgia

Il film mi ha sorpreso, è stato più piacevole di quanto mi aspettassi e ha creato una certa ansia.
Gli effetti speciali sono molto diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati oggi.

Niccolò

Assolutamente sì, anzi mi ha sorpreso.
Non pensavo che film horror, datati come questo, fossero così interessanti.

Noemi 

Ha superato di gran lunga le mie aspettative.
Mi aspettavo un film piatto invece è stato impressionante.

  EESEEDE: In cosa avete trovato qualcosa di voi nello spettacolo?

Marco

Ho rivisto quello che ha vissuto la generazione di mio padre e mio nonno, ovvero cosa vuol dire convivere in un paesino di campagna negli anni settanta.

Giorgia

Studiando arte mi sono immedesimata nel personaggio protagonista, il restauratore, e nella sua passione che lo spinge a ricercare cosa c’è di nascosto dietro l’affresco.

 

Niccolò

Ho rivisto l’ambientazione, un piccolo paesino di campagna come potrebbe essere Castiglion Fiorentino.
Ho rivisto gli abitanti del paesino e come si comportano in certe situazioni. 

 

Noemi

Mi sono rivista nella curiosità del protagonista. Nonostante la mia ansia perenne, sono in constante ricerca.

DESSERT
Dulcis in fundo, i nostri 4 Spettatori pensano a chi consiglierebbero questo film e perché.

  EESEEDE: Spettatori, è il momento del dolce. A chi consigliereste questo spettacolo e perché?

Marco

Lo consiglierei ai detrattori del cinema italiano.

Giorgia

Lo consiglierei a chi fatica ad approcciarsi agli horror moderni, riscoprendo magari come venivano girati una volta. 

 

Niccolò

Lo consiglierei al mio amico Marco Porcini, ma guarda un po’.
E’ proprio qui!

Noemi

Io lo consiglieri tantissimo alla mia amica Alessia, perché è appassionata di Horror. Questo è un film che potrebbe piacerle tantissimo. 

 
 
 
 
 

Il nostro 4 Spettatori di oggi, dedicato al film La casa dalle finestre che ridonoè finito.
Ringrazio Marco,Giorgia, Niccolò e Noemi per questa bella serata.

 

I 4 SPETTATORI di oggi hanno visto “La casa dalle finestre che ridono”  in collaborazione con L’Ulcera del Signor Wilson e Cantiere7 Cinespazio  di Castiglion Fiorentino.

Si ringrazia L’Ulcera del Signor Wilson Cantiere7 Cinespazio per l’ospitalità.

error